MISSION / by

La mia mission,
il mio approccio alla professione.

 

Quello che faccio ogni giorno è affiancare il cliente nella scelta delle soluzioni d’investimento più adatte al raggiungimento degli obiettivi fissati e alla protezione del suo patrimonio, senza condizionamenti o vincoli.

 

Il modo in cui lavoro ...

Il 15 marzo 1995 a Venezia presso l’Università Cà Foscari, ho conseguito la laurea in Economia Aziendale; la passione per i mercati finanziari e per l’economia mi portava quasi naturalmente ad impegnarmi su tale materia; al contempo la volontà di affiancare la clientela nella pianificazione finanziaria, senza dover sopportare condizionamenti o vincoli nella scelta dei prodotti e delle soluzioni da consigliare, mi ha portato a scegliere di fare consulenza non come “dipendente” di un istituto di credito, ma come professionista iscritto all’albo dei Promotori finanziari (anno 1999).

 

In tal modo viene a crearsi un rapporto unico con il mio cliente: esiste infatti un co-interesse nel progetto che scegliamo, poiché il raggiungimento degli obiettivi fissati interessa sia la persona che seguo, sia me, che attraverso questo approccio vedrò confermata la fiducia del cliente nel tempo. Ciò implica un’attenzione particolare da parte del consulente, sia nella fase di scelta, ma anche nel successivo monitoraggio del progetto, indicando le azioni eventualmente necessarie a mantenere la rotta fissata.

 

La normativa e L’Albo cui sono iscritto prevedono che il consulente scelga la banca mandante presso cui deve appoggiare la clientela che assiste, e attraverso la quale sono inoltrati gli ordini per le operazioni che si vogliono effettuare; per quanto mi riguarda la scelta è stata sempre fatta in base all’indipendenza operativa che la banca mandante mi assicurava; in sostanza deve essere una Banca che non mi condiziona né direttamente né indirettamente a collocare i propri prodotti, e che mi permette di scegliere liberamente sul mercato le migliori soluzioni esistenti per l’obiettivo che ho concordato con il cliente.

 

Seguendo questo principio che ritengo fondamentale perché il consulente possa difendere fino in fondo gli interessi dei suoi clienti, ho iniziato la mia attività nel 1999 collaborando con Areabanca Spa, con sede a Milano; era l’unica banca che a quei tempi permetteva al consulente di operare privo di condizionamenti nelle scelte; nel 2004 ho scelto Banca di Manzano (Udine), una banca di credito cooperativo regionale che aveva investito molto in mezzi e piattaforme funzionali alla consulenza patrimoniale verso la clientela, fino al 2010 quando ho scelto Banca Monte dei Paschi di Siena che ad oggi, con riferimento alla qualità degli strumenti operativi ed organizzativi in materia di pianificazione degli investimenti e di libertà di scelta dei materiali, assicura a me e al mio cliente il contesto migliore per operare.

 

Nel frattempo, nel 2008 ho ottenuto la certificazione da parte di Efpa (European Financial Planning Association); l’Associazione, che ha sede a Rotterdam, è il più autorevole organismo professionale indipendente preposto alla certificazione di qualità per i consulenti finanziari in Europa e impone agli associati il rispetto di un rigoroso Codice Etico** di condotta professionale a maggior tutela della clientela.

 

Il mantenimento di tale certificazione è subordinato alla formazione costante del consulente, che deve dimostrare annualmente la partecipazione a corsi di formazione professionale e di aggiornamento; ritengo sia importante per il cliente essere certo che il professionista cui si affida è impegnato in un percorso formativo costante, allo scopo di dare risposte adeguate al momento che il cliente sta vivendo e agli scenari sempre in evoluzione con cui tutti ogni giorno ci confrontiamo. Seguo annualmente specifici corsi presso enti formatori quali Anasf, Efpa, Università Bocconi – Milano, Finextra, Kha formazione, Progetica, Teseo, Università degli Studi di Siena ecc.).

 

**Codice Etico certificati EFA, punti principali:

1) Integrità: un Certificato Efpa attua la consulenza e la pianificazione finanziaria nell’interesse pubblico e deve agire con la massima integrità in ogni impegno;

2) Priorità degli interessi del cliente: il Certificato Efpa deve sempre porre gli interessi del cliente al di sopra del proprio;

3) Formazione permanente: il Certificato Efpa mantiene il livello elevato delle competenze professionali grazie ad aggiornamenti costanti.